Tag

,

ultima notte, ultima delle tante ultime notti.

ce ne sono giá state, di queste notti; ce ne sono state a barcellona, a londra, milano, irlanda, e ancora londra, e ancora barcellona.

ultime notti, come se il giorno nascosto dalle ore che mancano dovesse nascondere anche sorprese o uomini diversi da quello che si é giá stati, da quel po’ di vita che si é giá visto.

ultime notti, quindi, tutte diverse, tutte cosí attente nell’essere speciali, anche se poi lo saranno solo sul biglietto di quell’aereo.

ci sono state ultime notti piene di speranza, altre di attesa, altre ancora solo di sonno.

alcune notti mi hanno accompagnato sveglio, verso un ritorno, un’andata forse, verso un viaggio che non ho mai ben compreso.

ultime notti, queste notti cosí diverse dalle altre, dove lasciarsi andare sembrerebbe facile. siamo cosí unici, eppur banali, scontati e ripetibili. siamo rari, eppure valiamo cosí poco, a volte.

ultime notti, fratello, ultime ore, sorella, ultimi istanti dove cerchi di comprendere se la scelta sia poi quella giusta, se stai davvero cercando un lavoro, te stesso, una stabilitá, oppure piú semplicemente non sai dove andare e cerchi di ingannare gli altri parlando di futuro e felicitá.

sono notti diverse, si, lo sono davvero.

sono ore di attesa, di corsa e stasi allo stesso tempo. sono notti, tutte queste ultime mie notti, dove non ho mai capito nulla, anche se avrei forse dovuto.

sono ultime notti, queste, sperando che non siano solo ore di accordo tra il prima e il dopo, ma che diventino balzo, salto, luce e nuova vita.

ultime notti, per sognare che tutto ancora potrá andar bene.